Nei giorni scorsi ho visitato la Trafo Elettro s.r.l. di Tezze di Arzignano (VI), dove ho incontrato il fondatore e attuale Presidente Roberto Schenato con i figli Raffaele e Alessio Schenato, rispettivamente Amministratore Delegato e Direttore Generale dell’azienda.

Ho potuto visitare una realtà nata in un laboratorio come piccola impresa artigiana nel 1969, che oggi compete a livello internazionale nella produzione di trasformatori in resina, trasformatori in olio, trasformatori amorfi e unità speciali.

Il Veneto vanta una lunga storia di distretti produttivi e la Valle dell’Agno, tra gli altri, può contare su una concentrazione di imprese e di competenze di alto livello proprio nell’ambito dei trasformatori.

La Trafo Elettro s.r.l. opera quasi esclusivamente sul mercato estero, impiegando 47 dipendenti in due stabilimenti, con un ufficio tecnico interno dedicato alla ricerca e allo sviluppo, e lo sguardo rivolto all’innovazione e alla sostenibilità ambientale.

La visita è stata l’occasione per un confronto sulle esigenze formative del distretto e del territorio di riferimento.

Ho potuto constatare di persona una vera e propria eccellenza imprenditoriale che ha saputo favorire un positivo passaggio generazionale, investendo costantemente sui giovani, anche pensando ad una filiera formativa che supera i confini del distretto produttivo, Molti dei giovani impiegati in questa azienda sono periti industriali diplomatisi all’Istituto Tecnico Alessandro Rossi di Vicenza, accolti in un’azienda che, grazie ad importanti investimenti in tecnologia ed in qualità, hanno occasione di cimentarsi sui principali mercati internazionali.