Mi sono recata in visita al salone ‘Katia Marcheluzzo – consulente di bellezza’ di via dell’industria n.93 a Trissino, incontrando la titolare Katia Marcheluzzo ed i suoi dipendenti. Questa attività è nata lo scorso 3 dicembre, in piena era covid-19, dall’esperienza pluriennale nel settore dell’imprenditrice Katia Marcheluzzo: non solo taglio e acconciature per capelli, ma una ricerca più approfondita e raffinata della bellezza che parte da una costante formazione per poter offrire ai clienti un servizio sempre aggiornato ed innovativo.

L’incontro è stato l’occasione per un confronto sulle esigenze del settore alla luce degli effetti della pandemia sull’economia e sul mercato del lavoro.

Un salone di consulenza per l’immagine aperto in pieno covid dice tutto di questa professionista piena di coraggio e di visione: il benessere della persona genera economia, e la chiusura indiscriminata di parrucchiere ed estetiste nel corso del primo lockdown ha certamente causato un grave danno ad un settore che ha sempre lavorato su appuntamento, facendo dell’igiene una cifra distintiva.

Quella del consulente di bellezza non è più una professionalità circoscritta a poche competenze, perché oggi il titolare di un salone di bellezza è chiamato a destreggiarsi tra le più svariate richieste della clientela, che spaziano dall’estetica alla cosmetica: una figura dunque sinonimo di competenze trasversali, in una catena del valore cento per cento italiana.